Contributi progettati



Versione:
Citazione:
  1. Riferimento a tutto il contributo:
    Spazio Comunicativo (2019): Contributi progettati, Versione 2 (13.03.2019, 14:19). In: Korpus im Text, Serie A, 8347. url: http://www.kit.gwi.uni-muenchen.de/?p=8347&v=2
    Diese URL enthält einen Hinweis auf die unveränderliche Version (…v=nn)
  2. Riferimento ad una sequenza oppure ad un’attestazione di una citazione: http://www.kit.gwi.uni-muenchen.de/?p=8347&v=2#p:1
    Questa URL contiene un'informazione relativa ad una specifica sezione del contributo. In questo caso, infatti, essa è collegata al primo paragrafo (…p:1). Per un riferimento completo è possibile utilizzare il simbolo di citazione presente all'inizio di ogni paragrafo.

1. La concezione dello spazio comunicativo

  • Indagare lo spazio (Thomas Krefeld: Monaco di Baviera) – contributo compiuto
  • I repertori degli italiani (standard e nonstandard; bilinguismo e diglossia) (Mari D’Agostino: Palermo)
  • Convenzioni d’uso nei diversi ambiti sociali, discorsivi e mediali (Giovanna Alfonzetti: Catania)
  • Dinamica demografica (mobilità dei parlanti, immigrazine, emigrazione) (N.N.)

2. Storia della geolinguistica

  • Dante ?? (N.N.)
  • La lessicografia dialettale ottocentesca: (N.N.)
  • Le scuole dialettologiche: Torino (Matteo Rivoira: Torino)
  • Le scuole dialettologiche: Padova (Carla Marcato: Udine)
  • Le scuole dialettologiche: Palermo (Giuseppe Paternostro: Palermo)
  • Le scuole dialettologiche: La tradizione svizzera e tedesca (N.N.)

3. Sincronia dello spazio comunicativo attuale

3.1. Variazione al livello areale

3.1.0.1. A – Varietà romanze 

  • Val d’Aosta (Gianmario Raimondi: Aosta),
  • Piemonte (N.N.),
  • Lombardia (Gabriele Iannácaro: Stockholm),
  • Veneto: Morfologia, Lessicologia (Maria Teresa Vigolo: Padova | John Trumper: Cosenza), Fonetica: (Graziano Tisato | Giacomo Ferrieri: Padova),
  • Ladinia dolomitica (Jan Casalicchio: Utrecht)
  • Friuli (Luca Melchior: Graz) – contributo compiuto
  • Toscana (neri.binazzi@unifi.it)
  • Abruzzo (Francesco Avolio),
  • Puglia (Marcello Aprile: Lecce),
  • Campania (Emma Milano: Fed. II Napoli)
  • Calabria (Marta Maddalon: Calabria),
  • Sicilia (Luisa Amenta: Palermo),
  • Sardegna (Daniela Marzo: München),
  • Il giudeo-livornese o bagitto (Fabio Franceschini: Pisa)
  • Dialetti urbani (Gerald Bernhard: Bochum)
  • Varietà migratorie (Federico Faloppa: Reading)
  • Varietà e lingue degli immigrati (Mari D’Agostino: Palermo)
  • L’italiano all’estero (Claudia Crocco: Ghent, Stefania Marzo: Lovania, Teresa Barberio | Sara Ingrosso: München)
  • L’italiano negli USA (Elton Prifti: Mannheim)
  • L’italiano in Brasile (Mario Luis Monachesi Gaio: Niteroi) – contributo compiuto
  • Italiano locale scritto (Rita Fresu: Cagliari)
  • Istriotto e sloveno (Martina Ožbot: Lubiana)
  • Anfizone ladino-venete e friulano-venete (Franco Finco: Udine)

3.1.0.2. B – Varietà alloglotte

  • Tedesco (Stefan Rabanus: Verona) – contributo compiuto
  • Arbëresh (Vito Matranga: Palermo)
  • Grico (Marcello Aprile: Lecce)
  • L’italiano nelle aree delle varietà alloglotte: L’italiano dei cimbri (Katharina Knapp: Monaco di B.) – contributo compiuto

3.1.0.3. C – Progetti geolinguistici attuali, non ancora compiuti

  • ALD-DM – carte dialettometriche e bibliografia (Roland Bauer: Salzburg)
  • ALEPO (Riccardo Regis: Torino) – contributo compiuto 
  • ALI (Matteo Rivoira: Torino)
  • ALIQUOT (Fabio Tosques: Graz)
  • ALS (Roberto Sottile: Palermo) contributo compiuto
  • APV (Gianmario Raimondi: Aosta)
  • DTT: Dizionario toponomastico trentino online (Lydia Flöss: Trento)  contributo compiuto
  • VINKO – Varietà in contatto tra Innsbruck e Verona (Bidese et al.: Trento/Verona) – contributo compiuto
  • VIVALDI (Dieter Kattenbusch: Berlin)
  • L’italiano regionale delle Città (Annalisa Nesi: Siena)

3.1.0.4. D – Approcci metodologici

  • L’italiano come sezione del continuo geolinguistico romanzo: divergenze sistemiche e tipologiche (‘distanza sistemica’) (Noemi Piredda/Sebastian Postlep: München)
  • Dialettometria (Roland Bauer: Salzburg)
  • Percezione della variazione geolinguistica da parte dei parlanti (Tullio Telmon: Torino)

3.2. Variazione al livello territoriale

  • Standard svizzero vs. standard italiano (‘pluricentrismo’) (Bruno Moretti: Bern) – contributo compiuto
  • Elaborazione iniziale delle varietà areali nei nuovi media (le Wikipedie dialettali) (N.N.)
  • Landscaping (Sebastian Lasch: München)

4. Diacronia dello spazio comunicativo

  • La frantumazione del latino e la formazione delle varietà areali (Lorenzo Filipponio: HU Berlin)
  • Formazione delle varietà territoriali (elaborazione, standardizzazione, diffusione (‘copertura’) (Riccardo Regis: Torino) – contributo compiuto
  • Elaborazione non toscana (N.N.)
  • La lingua franca del Mediterraneo ieri e oggi. Influenze italoromanze e ‘nuovi usi’ (Roberto Sottile: Palermo)
  • Il siculo-americano. Analisi di un corpus sonoro di sketch teatrali dei primi decenni del Novecento (Roberto Sottile: Palermo)
  • Un corpus di lettere scambiate tra la Repubblica di Ragusa e il Regno di Bosnia (Ana Lalic: Sarajevo)
  • Scittura in lombardo antico (Raymund Wilhelm/Elisa de Roberto: Klagenfurt)
  • “Kelle terre”: I Placiti cassinesi tra storia, diritto e toponomastica (Domenico Proietti: Caserta)

4.1. Territori scomparsi: le repubbliche marinare

  • Pisa (Fabrizio Franceschini: Livorno)
  • Genova (Fiorenzo Toso: Genova/Sassari)
  • Venezia (Lorenzo Tomasin: Lausanne) – contributo compiuto
  • Il veneziano come lingua di contatto (Rembert Eufe: Tübingen)
  • Dalmazia, Dubrovnik (Nicola Vuletić: Zadar ?)
  • L’italiano nello spazio comunicativo ottomano (Daniele Baglioni: Venezia)
  • Circuiti comunicativi plurilingui e spazi geografici nella Sicilia vicereale (Rosaria Sardo: Catania)